DONNE DI VENERDÌ

DONNE DI VENERDÌ

di Antonio Zanetti
Regia |di| Lucrezia Lanza


con:
ANNA: Alessandra Evangelisti
MARA: Emanuela Caruso
SANDRA: Antonina Stolyarchuk
MARTA: Maria Pia Iannotta
NELLY: Stefania Pascucci
GIANNI: Antonio Gallo
MARCO: Francesco Martino


Scenografie: Irene Fiorentini
Aiuto regia: Silvia Milliotti
Trucco: Chantal Rubeo
Foto di scena: Claudia Antignani
Musiche: Manuele Guarnacci
Arrangiamenti ed esecuzione: Leonardo Isopi, Andrea Malavasi, Paolo Malavasi

Note di regia. Ipotizziamo di essere nello studio del celebre artista pop-art Roy Lichtenstein, diventato famoso per le sue opere tratte dal mondo dei fumetti. Ora proviamo ad immaginare che i protagonisti di questi quadri prendano vita, niente più nuvolette o fumetti per esprimere sentimenti ma vere e proprie parole correlate da storie che raccontano le avventure dei nostri sette personaggi. Queste figure da sempre intrappolate nella tela abbandonano la bidimensionalità per approcciare alla terza dimensione con disinvoltura portando con sé sulla pelle l’effetto della puntinazione, tipica della retina tipografica del fumetto, che è elemento distintivo delle opere di Lichtenstein. Cinque amiche si incontrano regolarmente ogni venerdì per passare tutte insieme una serata piacevole, rigorosamente vietata agli esseri umani di sesso maschile. Una serie di eventi inaspettati: telefonate, pseudo-maniaci, incontri ed equivoci animeranno come non mai questo “gineceo” in uno dei tanti giorni di Venere. Non si parlerà male degli uomini (forse solo un po’) ma sarà un’esplosione di femminilità in tutte le sue forme e caratteri. Cinque realtà diverse, legate da una grande amicizia, danno il via ad una tarantella briosa di botta e risposta, di ironia e sarcasmo. Donne a più non posso in questa brillante commedia al femminile scritta da Antonio Zanetti e giunta già alla sua settantesima messa in scena in tutta Italia.

Lucrezia Lanza

Repliche:

– Ladislao Polifestival 31 agosto 2010 LadispolI,

– Teatro Aurelio 18 settembre 2010 Roma.

Annunci